Strumenti personali

Biblioteca Interdipartimentale "Tito Livio"
Polo di Lettere
This is just a brief note

Sezioni

Tu sei qui: Home / CHI SIAMO / Cenni storici

Cenni storici

Il Dipartimento di Scienze dell'antichità nasce nel 1991 dall'accorpamento di 5 ex Istituti: Storia antica, Filologia latina, Filologia greca, Archeologia, Studi bizantini e neogreci e occupa i locali del secondo e terzo piano di Palazzo Liviano.

L’edificio costruito negli anni Trenta a opera del famoso architetto Giò Ponti da sempre ospita le facoltà di lettere e filosofia; infatti la struttura nasce con il preciso scopo didattico e non è stato adattato solo in seguito a tale funzione.

Nel corso del 2005 il Consiglio di Dipartimento avvia le procedure amministrative per la scissione di questa complessa struttura in due nuovi Dipartimenti (Dipartimento di scienze del mondo antico e Dipartimento di archeologia), deliberando, unanime, sull’indivisibilità della Biblioteca che continua ad occupare gli stessi spazi ai piani e, in aggiunta, nuovi spazi nei depositi e nella sala detta Stefanini.

La nuova struttura rinominata Biblioteca Interdipartimentale dei Dipartimenti di Archeologia e di Scienze del Mondo Antica prenderà, nel 2007, il nome di Biblioteca interdipartimentale Tito Livio.

La Biblioteca occupa in totale 1157 mq, di cui 677 sono accessibili direttamente dagli utenti mentre i restanti 480 si trovano nei depositi.

Il patrimonio della Biblioteca ammonta a circa 150.000 monografie, delle quali 1188 antiche (anteriori al 1831 custodite nella sala Stefanini), 1220 periodici tra correnti e cessati, microformati (microfilm, microfiche) e materiale multimediale.

Il materiale della biblioteca copre le aree disciplinari del Mondo classico:

Archeologia
Bizantino
Greco
Latino
Storia antica

La biblioteca si trova al secondo e terzo piano del Palazzo Liviano.
Breve guida al Palazzo Liviano

ultima modifica 02/03/2017 09:59